Ufficializzato Jeremy Menez alla Reggina i dirigenti amaranto si stanno muovendo per allestire intorno al fenomeno francese una squadra capace di conquistare subito la promozione in Serie A. Come dichiarato dallo stesso calciatore transalpino durante la conferenza stampa di presentazione infatti l’obiettivo della squadra di mister Toscano è la massima serie: “Sono qui per andare in Serie A. Ho ritrovato gli stimoli giusti per poter lavorare e rendere al 100%“. A questo proposito vi rimandiamo ai nostri articoli in cui potrete leggere le ultime novità relative al calciomercato Reggina.

Menez alla Reggina è ufficiale: indosserà la maglia numero 7

Il grande colpo, o per meglio dire il regalo promozione del presidente Gallo, Jeremy Menez è stato presentato ai tifosi in conferenza stampa il 27 giugno. Il funambolo francese punta subito alla massima serie: “Sono venuto qui per vincere il campionato di serie B e andare in serie A“. L’ex di Roma e Milan indosserà la maglia amaranto numero 7: Ringrazio Sounas che mi ha ceduto la sua. Ho un legame forte con questo numero”. Infine, parole al miele per il suo nuovo club: “C’erano altre squadre che mi cercavano – ha spiegato – ma io volevo venire alla Reggina. Lo sentivo. Non so dirvi perché, ma sono qui“. Di seguito il video della conferenza stampa:

Leggi anche:  Film su Maradona: le opere dedicate al Genio argentino

Reggina Menez: tutte le fasi della trattiva

Facciamo un piccolo riepilogo attorno alla vicenda Menez Reggina. A lanciare la bomba di mercato è stato il giornalista esperto di mercato Alfredo Pedulla a fine maggio. Voci confermate indirettamente anche dallo stesso giocatore che durante una diretta Instagram – in pieno lockdown – con la vecchia conoscenza del calcio italiano Sebastian Frey. Il calciatore ha raccontato all’ex portiere, che gli chiedeva del futuro, di essere in contatto con un club italiano. Lanciata la bomba la società non si è nascosta dietro un dito, anzi. Lo stesso Taibi ha subito dichiarato che in caso di promozione il francese era uno dei profili seguiti. Dalla Francia oltre ad arrivare l’ufficialità della rescissione con il Paris Fc sono arrivate anche conferme sulla pista Menez Reggina: molti quotidiani nazionali, tra cui Le Parisien (qui l’articolo in francese che parla del club amaranto) , hanno scritto negli ultimi giorni che il francese è vicinissimo al trasferimento nel club del presidente Luca Gallo. Insomma, fin da subito, ci sono stati tutti i presupposti per realizzare il matrimonio Reggina Menez.

Ed il calciatore? Mentre ovviamente si è creato il clamore mediatico intorno all’argomento il francese ha preferito non rilasciare dichiarazioni ufficiali. Sui social, dove è molto attivo soprattutto sul suo profilo Instagram, però si è sbilanciato prima implicitamente e poi esplicitamente. Da inizio Giugno l’ex Roma e Milan ha iniziato a condividere Stories con messaggi in italiano che lasciano intendere un suo approdo nel Belpaese e per la precisione al Sud. In quella di venerdì 12 giugno il calciatore ha fatto vedere di essere in partenza con i propri figli. Domenica 14 giugno, invece, il calciatore ha pubblicato un selfie facendo vedere che era in aereo con il messaggio ‘Sud j’arrive‘. A mettere la parola fine sulle voci è stato il presidente Gallo che durante la conferenza stampa del 23 giugno ha ufficializzato l’acquisto del talento francese.

Leggi anche:  Reggina Brescia: anteprima, precedenti e probabili formazioni

Gli indizi sparsi di Menez su Instagram 

Instagram Menez Reggina
Menez Reggina: la stories di Instagram del francese
Menez Reggina
Menez Reggina: instagram di venerdì 5 giugno
Menez Reggina: Instagram 12/06
Like Menez Reggina
Stories di venerdì 12 giugno
14 Giugno

Reggina Menez: la carriera del francese

Andiamo a vedere da vicino in questo paragrafo la parabola calcistica dell’ultimo nome accostato ai colori amaranto. Jeremy Menez, classe 1987, è nato calcisticamente nel Sochaux, squadra con cui fa l’esordio in Ligue 1, la massima serie francese, nel 2004 a soli 17 anni. Con la società gialloblu gioca due anni collezionando 55 partite e segnando 7 gol. Nell’estate viene acquistato dal Monaco: con il club monegasco colleziona in due anni 57 presenze e realizza 14 reti mettendo in mostra tutte le sue qualità nel ruolo di trequartista. A soli 21 anni arriva il suo primo trasferimento importante, alla Roma che lo acquista dalla società monegasca per 10.5 milioni di euro. 

Con la Roma, dove ha avuto modo di conoscere il neo dirigente amaranto Tempestilli, gioca 3 stagioni vissute tra alti e bassi: Houdini come venne ribattezzato dalla Curva Sud ha lasciato un dolce ricordo ai tifosi giallorossi. Chiude la sua esperienza all’ombra della capitale italiana con 113 presenze e 12 reti e soprattutto tanti numeri di magia. Dopo la Roma passa al PSG dove viene valorizzato nel migliore dei modi da Carlo Ancelotti: nelle 3 stagioni sotto la Torre Eiffel vince 3 campionati francesi collezionando con i parigini 109 presenze e segnando 19 reti. Chiusa la parentesi con la maglia del PSG torna in Italia dove veste la maglia del Milan: il primo anno con i rossoneri con Inzaghi in panchina il francese si riscopre goleador segnando 16 reti in 32 partite tra cui alcuni di pregevole fattura come quello di tacco al Parma. La successiva stagione è da dimenticare per colpa di un’ernia che lo tiene fuori per nove mesi. Dopo il Milan vola al Bordeaux e nella stagione successiva, 2017-18, finisce all’Antalyaspor. Dopo l’esperienza turca decide di volare in Messico; un anno con il Club America prima di ritornare a casa al Paris FC, club che milita nella serie b francese. Con i parigini colleziona 17 presenze segnando 4 reti. 

Menez Reggina: dal Messico alla Calabria

Di seguito, il riepilogo di tutti gli stati ed i campionati disputati durante gli oltre 15 anni di carriera:

  • Francia: Ligue 1(Sochaux, Monaco, PSG, Bordeaux), Ligue 2 (Paris FC);
  • Italia: Serie A (Roma, Milan);
  • Turchia: Super Lig (Antalyaspor);
  • Messico: Primera Division (Club America);

Secondo voi è il giocatore ideale per poter pensare ad una stagione da protagonista in serie B? Rispondete nei commenti. 

Condividi su: