Con la Pasqua 2021 alle porte la nostra redazione ha pensato di scrivervi la ricetta dei cudduraci calabresi, detti anche nguti o cozzuppe, che sono i dolci tipici delle feste pasquali, ma sono così buoni che si trova sempre l’occasione per sfornarli. La consistenza è simile a quella della pasta frolla, friabili e morbidi, dalla forma più svariata e originale col tipico uovo sodo al centro. Oltre ad un piacere estetico, i cudduraci calabresi si distinguono per la loro fragranza agrumata ed intensa e per il loro sapore ricco e sincero che ricordano tanto casa ed il suono delle campane in festa.

La storia tradizionale grecanica narra che i cudduraci venivano regalati nel giorno di Pasqua dalla zita allo zito (i fidanzati) come simbolo d’amore. Proprio per questo i cudduraci dovevano essere più decorosi e deliziosi possibile, così da rispecchiare il sentimento dei due amati. Ogni anno mia nonna li regala agli uomini più importanti della sua vita, tra cui mio papà che intasca il bottino e non lo divide con nessuno. Nei prossimi paragrafi vi indicheremo la ricetta dei cudduraci calabresi, gli ingredienti ed il procedimento passo dopo passo per realizzarli. 

Ricetta Cudduraci calabresi: ingredienti e procedimento

Ma vediamo da vicino come si preparano i tipici cudduraci calabresi. Siete pronti? La ricetta è molto semplice e – soprattutto – molto economica, con tempistiche di preparazione che sono molto brevi. In poco tempo, insomma, otterrete dei biscotti ottimi sia per la colazione, inzuppati nel latte, sia per la merenda accompagnati da un buon frutto di stagione. Vediamo quali sono gli ingredienti per poter realizzare la ricetta dei cudduraci calabresi.

Ingredienti Cudduraci calabresi

  • 1 Kg di farina di tipo 0 (la preferisco a quella più raffinata di tipo 00)
  • 4 uova medie
  • 250 g di burro
  • 1 tazzina di Vermouth
  • 1 bustina e mezzo di vanillina
  • Scorza di limone (non trattato) grattugiata
  • 230 g di zucchero
  • 1 bustina e ½ di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale

Per la decorazione, invece, dei cudduraci calabresi occorrono:

  • Uova sode
  • codette di zucchero multicolore
  • 1 uovo per spennellare
  • fantasia
Leggi anche:  I migliori ristoranti e locali calabresi a Roma

Procedimento Cudduraci Calabresi Ricetta

In questo paragrafo andiamo a vedere nel dettaglio qual è il procedimento per fare i cudduraci calabresi. Per iniziare bisogna sbattere le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Dopo, bisogna far sciogliere il burro a bagnomaria (se non avete il burro, potete sostituirlo con 90 g di olio di semi) e versatelo nella ciotola delle uova. Aggiungete la scorza di limone (per avere un aroma più agrumato potete aggiungere anche una grattata di scorza di arancia bio) e, mescolando lentamente con le fruste, aggiungete la farina setacciata, il lievito e il resto degli ingredienti. Quando l’impasto comincia ad essere più compatto, lavoratelo a mano. Quando la pasta risulta soda, ricopritela con della pellicola e lasciatela riposare in frigo per un’oretta.

Fatta passare l’ora, siete pronti a modellare la vostra creazione. Realizzate delle forme su una teglia rivestita da carta da forno. È il momento in cui potete più sbizzarrirvi. I cudduraci calabresi tradizionali hanno una forma intrecciata, infatti, il termine cuddura deriva dal greco kollura che significa letteralmente corona. La forma a ciambella serviva anticamente ai pastori ad infilarli nel bastone e portarli con sé nelle loro giornate ai campi. Potete realizzare dei cudduraci calabresi a forma di fiori, cuori, delle colombe, delle stelline. Date sfogo alla vostra fantasia!

Inoltre, non dimenticate che potete inserire l’uovo sodo al centro della cuddura a formare un canestrino o un cestino. Adesso spennellate l’uovo sui dolci e spargete le codette colorate a piacimento (per i più golosi, una alternativa è rappresentata dalle gocce di cioccolato). Infornate i cudduraci a 180 gradi per circa mezz’ora. Importante: il tempo di cottura varia a seconda della dimensione dei biscotti, devono acquisire un colorito dorato. Una volta terminata la cottura, lasciate riposare mezz’ora. Passata, i vostri cudduraci calabresi sono pronti.

Mangiati e scialativi.

 

Leggi anche:  Polpette di melanzane calabresi: la ricetta tradizionale

 

Articolo scritto da Simona Pispisa

 

Ti è piaciuta la nostra ricetta sui cudduraci calabresi? 

Condividi su: